Associazione Amici del Luogo della Firma del Trattato di Campoformio

Napoleone a Campoformio in marcia verso una nuova Europa

Invito a cena con… Paolo Foramitti

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 14/06/2018
8:00 pm - 11:00 pm

Luogo
Antica Trattoria Al Trattato

Categorie


Giovedí 14 giugno 2018 terzo ed ultimo appunramento delle cene con l’autore, organizzate nell’ambito del progetto Napoleone a Campoformio in marcia verso una nuova Europa.

Il Dott. Foramitti, scrittore ed editore, presiede la Delegazione Nord Italia dell’associazione culturale francese “Le Souvenir Napoleonien” e presenterà il suo libro Bonaparte e la Serenissima. Maggio 1797. Il manifesto di Palmanova.

Napoleone: il Manifesto di Palmanova

VENEZIA Il «Manifesto di Palmanova», che contiene la dichiarazione di guerra di Napoleone, comandante dell’Armeè d’Italie, alla Repubblica di Venezia, stampato tra il 16 e il 19 maggio 1797 e recentemente scoperto, è stato ora pubblicato, nella versione francese e italiana, nel libro di Paolo Foramitti «Bonaparte e la Serenissima» (Edizioni del Confine).
Si tratta di uno dei documenti più importante e controversi dell’epopea napoleonica in Italia, su cui si basano differenti interpretazioni sulla liceità o meno del colpo mortale sferrato dal corso alla «Serenissima» Repubblica.
Il documento, rinvenuto casualmente a Venezia da Foramitti, ricercatore dell’Università di Udine e responsabile dell’associazione Souvenir Napoleonienne, attesta la versione più cruda della reazione veneziana all’occupazione francese, che Napoleone utilizza per rendere ineluttabile il conflitto.
La vicenda storica si concluderà, a fronte di un ingente schieramento francese, con la resa del Senato veneziano. Nel manifesto, infatti, Bonaparte «ordina ai vari generali di divisione di trattare da nemico le truppe della Repubblica di Venezia» e «di fare abbattere in tutte le città della Terraferma il leone di San Marco».
«Alla fine – spiega Foramitti, – lo stato veneziano, un tempo florido e potente, si sgretola per anzianità, come se anche gli stati avessero una propria esistenza biologica: ma va detto che si sgretola più di fronte alle minacce che non agli effettivi eventi militari». «Anche perchè – aggiunge l’autore – questo manifesto, di cui gli storici tanto discutono, non risulta essere mai arrivato alla conoscenza del Doge prima della caduta della Repubblica, il 12 maggio 1797».
Il Manifesto di Palmanova aveva assunto un particolare rilievo nell’ambito del «processo a Napoleone», svoltosi a Venezia lo scorso anno per iniziativa dell’Associazione Amici della Storia e della Giustizia. Foramitti aveva già presentato in anteprima il documento in una delle udienze conclusive del processo, quando era intervenuto personalmente come storico chiamato dalla difesa, rappresentata dall’Associazione Napoleonica d’Italia, a controbattere le tesi accusatorie. (Tratto da “Il Piccolo”, 8 aprile 2004).

É necessario prenotare telefonando al numero 347 – 4402151 o utilizzando l’apposito modulo sottostante.

Vi aspettiamo!

 


Bookings

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *